Biografie, Cultura, Diritto, Lavoro, Politica, Sociale, Tecnologia, Titoli

Uomo delle istituzioni, padre di famiglia, vibonese doc e simbolo della Calabria sana

Calabria: terra di Uomini illustri

Paolo Fedele nasce a Vibo Valentia 47 anni fa, oggi Comandante con 4 figli, inizia la sua carriera subito dopo la scuola superiore, quando vince il concorso e si appresta a frequentare il corso alla Scuola Sottufficiali di La Maddalena. Nell’immediato futuro la Capitaneria di Porto di Palermo, ha modo di sondare la sua alta professionalità e dedizione. A Cefalù salva numerosi bagnanti attirando su di se anche l’attenzione dei media. Le sue azioni non passano inosservate e non mancano i riconoscimenti da parte di autorità civili e militari anche dal Comando del Corpo per gli atti di eroismo compiuti. Fin dagli inizi, dimostra doti straordinarie. A Reggio Calabria prende parte ad operazioni importanti, distinguendosi anche qui per il suo lavoro con la polizia giudiziaria. La sede di Vibo Valentia lo nomina Comandante di unità navale e in questo ambito svolge numerosi servizi per garantire la funzionalità e il rispetto delle leggi in mare. Di nuovo premiato per la qualità del suo comportamento, nel 2006 durante l’alluvione di luglio presta soccorso con un collega alle persone rimaste isolate in un villaggio turistico. Anche questo gesto, viene adeguatamente riconosciuto, stavolta dal Ministero dell’interno e nel 2008 con profondo impegno gestisce egregiamente la situazione di emergenza Stromboli. Il 2 Giugno 2010 è Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica. Riconoscimento quest’ultimo ricevuto dal Presidente Giorgio Napolitano, con tale motivazione: “Per aver fatto del suo lavoro uno stile di vita e un riferimento per i suoi uomini e colleghi”. Nel 18 giugno del 2015 il Comandante salva un testimone di giustizia dalla morte per suicidio. Nel 2017, con la sua motovedetta CP 265 è impegnato per 2 mesi per fronteggiare il flusso migratorio dalle coste libiche. In questa occasione sono il Consiglio Regionale della Calabria ed il comune di Vibo Valentia ad encomiare l’operato del Comandante Fedele. «Sono gli eroi del mare e gli eroi di tutta la Calabria – asserisce il Presidente del Consiglio Regionale On. Nicola Irto –  Grazie all’enorme professionalità di questo equipaggio calabrese sono state salvate centinaia di vite e il consiglio regionale non poteva restare in silenzio dinnanzi a queste gesta eroiche». Nel G7 di Taormina nel Maggio 2017 coadiuva la Polizia marittima. Il 5 Agosto 2017 presso il santuario di S. Maria della neve di Zungri, è premiato mariano “Nel nome di Maria”, dalla Comunità parrocchiale di Zungri per le attività nel Canale di Sicilia. Nel 2018 si occupa della missione che  si inserisce nell’operazione Poseidon 2018 organizzata da Frontex, l’Agenzia europea per il coordinamento e il pattugliamento delle frontiere, in seguito alla richiesta del Governo greco di potenziare la sorveglianza delle frontiere nell’ Egeo agevolando così l’ identificazione dei migranti. In 2 mesi presta soccorso a 426 migranti, fermando 7 persone per l’ attività investigativa di polizia giudiziaria. Il 2 Maggio 2018 riceve un riconoscimento dall’International Propeller Club Port of Piraeus per l’ impegno nel mar Egeo insieme alla Guardia Costiere ellenica nell’operazione Frontex “Poseidon 2018”. Alla cerimonia partecipano il Direttore marittimo della Calabria e Basilicata tirrenica Contrammiraglio Giancarlo Russo per il Comando Generale delle Capitanerie di porto, i vertici della Guardia costiera ellenica, il Ministro degli Affari Marittimi e della Politica Insulare greca Panagiotis Kouroumblis, l’ambasciatore italiano in Grecia dr. Efisio Luigi Marras e il Console onorario al Pireo dr. Mauro Renaldi. il Ministro greco esprime gratitudine alla Guardia costiera italiana e ribadisce la collaborazione tra Guardia Costiera italiana ed ellenica. L’Ambasciatore italiano in Grecia Marras poi sottolinea l’importanza della collaborazione tra le nazioni, il Comandante Generale della Guardia Costiera Greca Vice Admiral Stamatios Raptis, rimarca l’importanza a livello internazionale dell’operato della Guardia Costiera italiana nel campo dell’immigrazione. Il Presidente dell’International Propeller Club Port of Piraeus George C. Xiradakis, consegna il riconoscimento al Comandante Fedele. Inoltre onorificenze giungono anche da: Croce Rossa, Onu, Ordine Costantiniano per il suo impegno e dedizione. Con decreto del 10 Dicembre 2018 il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, assegna al Comandante la Medaglia Mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare. Nell’estate 2019 il Comandante Fedele di nuovo durante l’Emergenza Stromboli per un fenomeno eruttivo del vulcano delle Eolie, dirige le attività affiancando la Protezione Civile. Paolo Fedele, protagonista di numerose azioni nazionali ed internazionali ci insegna che la Calabria non è solo n’drangheta, la Calabria è anche eccellenza, il Comandante ne è la prova.

29 Gennaio 2020


Nicola Grillo

Giovanissimo collaboratore, ancora studente liceale, ma già appassionato di giornalismo. Collabora e scrive con "albopress.it", il circolo della stampa on line di Albo scuole. Collabora da qualche anno con vari siti online, tra cui www.tropeaedintorni.it. Per questa testata cura la rubrica "Accadde oggi"